Vacanza rovinata: come richiedere i danni ?

Arrivati a destinazione l’albergo è una “bettola”? Mancano servizi promessi sul volantino/catalogo (es.: piscina, centro benessere, animazione bimbi, etc.) ? Ci viene negato l’imbarco sull’aereo o danneggiato il bagaglio ? Ecco come procedere:

Se abbiamo acquistato il pacchetto da un tour operator/agenzia viaggio dobbiamo:

  • segnalare immediatamente l’accaduto (affinchè l’organizzatore/accompagnatore/rappresentante locale possano porvi rimedio) e tenere ogni documentazione utile (tramite foto, scontrini, testimoni – conservare nominativi e dati);
  • al rientro inviare una raccomandata a/r al tour operator/agenzia entro 10 giorni descrivendo minuziosamente quanto accaduto e richiedendo esplicitamente il risarcimento. Consigliamo di inviarla per conoscenza anche all’Associazione Consumatori (se la inviate a noi trovate i nostri recapiti sul sito – link dove siamo). Il termine di 10 giorni non preclude l’azione che si PRESCRIVE in 1 anno, pertanto entro questo termine dovrà essere inviata una raccomandata da parte vostra o dell’Ass.Consumatori che vi tutela (solo i danni alla persona si prescrivono in 3 anni);
  • qualora il risarcimento non pervenga o vi rispondano negativamente rivolgetevi direttamente alle sedi dell'Ass. Consumatori (vedi ultime righe) per essere adeguatamente tutelati.

Vacanze fai-da-te?

Non disperate, anche in questo caso è possibile ottenere un risarcimento, richiedendolo direttamente all’albergo/campeggio/compagnia aerea/etc.

Nel caso di negato imbarco (sia per voli di linea che charter) potete scegliere tra:

  • richiedere il rimborso (varia a seconda della lunghezza della tratta) o
  • usufruire di un volo alternativo.

Se vi hanno smarrito/danneggiato il bagaglio :

recatevi all’ufficio preposto dell’aereoporto per la denuncia allegando il biglietto, la ricevuta del bagaglio e compilando l’apposito modulo.

Consigliamo di conservare biglietti, ricevute, scontrini,foto etc. comprovanti il danno ed eventuali maggiori spese sostenute.

Abbiamo affrontato i casi che ci vengono richiesti più frequentemente, per ulteriori e diverse necessità potete rivolgervi direttamente alle sedi dell’Associazione (link dove siamo). Le condizioni per usufruire della consulenza (gratuita) sono descritte sul sito, link chi siamo.

A cura della dr.ssa Giada Gasparini - Consul. Legale Presidenza Nazionale A.DI.DO.CONSUMATORI

Statistiche

Visite agli articoli
881088

Chi è online

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

Notizie flash

ROTTAMAZIONE AER (EX EQUITALIA) termini

Sino al 15 maggio 2018 i contribuenti che non hanno aderito alla rottamazione Equitalia grazie al

Leggi tutto...
Equitalia proroga la rottamazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che proroga al 21 aprile (dal 31 marzo) il termine di adesione alla definizione agevolata (DA1) dei ruoli, cosiddetta "rottamazione delle cartelle".

Equitalia potrà rispondere ai contribuenti, sempre secondo il decreto, non più entro il 31 maggio ma entro il 15 giugno 2017 con importi dovuti in cinque versamenti e/o pagamento in un’unica soluzione.

I termini dei pagamenti restano invariati e quindi il primo  appuntamento rimane fine luglio 2017.

Tutti i termini per aderire alla rottamazione, compresi quelli prorogati, vengono rimandati di un anno per i contribuenti residenti nei Comuni colpiti dal sisma del Centro Italia. 

Modalità di presentazione del rendiconto condominiale dopo la riforma

Con la legge 220/2012 in vigore dal 18 giugno 2013 (c.d. RIFORMA DEL CONDOMINIO) sono state introdotte molte norme a tutela dei condòmini. Questo articolo vuole fare luce su come l’amministratore deve redigere il rendiconto annuale da presentare in assemblea ordinaria. Gli articoli interessati sono il 1129, il 1130, ma, soprattutto, il 1130 bis del Codice Civile. 

Leggi tutto...
La cartella Equitalia mai notificata si può impugnare

Nell’ultimo decennio la giurisprudenza di legittimità non ha ammesso ricorsi se presentati tardivamente, ossia:

Leggi tutto...
TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna) : attenzione agitazione improvvisa

Numerosi Associati stamattina non sono riusciti a recarsi sul posto di lavoro con i mezzi pubblici e sono rimasti invano alle fermate ad attendere i mezzi, non riuscendo nè a contattare nè a collegarsi al sito TPER dove, nella sezione notizie, la società scrive:

 

"BLOCCO DEI SERVIZI DI BUS PER UN'AGITAZIONE IMPROVVISA

Leggi tutto...
Questo sito utilizza i cookie di sessione e analytics di "terze parti" per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.