diritto dello studente gravemente disabile all'insegnante di sostegno

Il Tribunale Amministrativo per la Campania, Sezione Distaccata di Salerno, con l'importante sentenza n. 1640/2011, ha sancito il  diritto dello studente, affetto da grave infermità, all’assegnazione di un insegnante di sostegno per ogni ora di

frequenza scolastica. Nel caso di specie, il figlio dei ricorrenti, iscritto al primo anno della scuola media statale, invalido al 100%, aveva avuto assegnato un insegnante di sostegno per solo nove ore settimanali.

Il Collegio salernitano, citando la sentenza della Corte Costituzionale 26 febbraio 2010, n. 80, nella quale è stato ribadito che il diritto del disabile all'istruzione è un diritto fondamentale dell’individuo, ha rilevato che, per l’effetto, anche la discrezionalità del legislatore nell'individuazione delle misure necessarie a tutela dei diritti delle persone disabili trova un limite invalicabile nel rispetto di un nucleo indefettibile di garanzie per gli interessati, sicchè la scelta legislativa di stabilire un limite massimo relativamente al numero delle ore di insegnamento di sostegno non trova in se stessa alcuna giustificazione nell'ordinamento e si appalesa irragionevole poiché comporta l'impossibilità di avvalersi, in deroga al rapporto tra studenti e docenti stabilito dalla normativa statale, di insegnanti specializzati che assicurino al disabile grave il miglioramento della sua situazione nell'ambito sociale e scolastico.

Conseguentemente, il Tribunale ha disposto che l'Amministrazione dovesse riconsiderare il numero delle ore di sostegno assegnate al fine di una diversa determinazione, eventualmente anche alla luce di un rinnovato accertamento sanitario presso struttura pubblica.

Il Collegio, inoltre, seguendo l’orientamento che riconosce il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale ex art. 2059 cc, qualificabile nel caso come danno “esistenziale”, in caso di lesione di valori della persona umana costituzionalmente garantiti o protetti (Corte Cass., sez. III, 30 aprile 2009, n. 10120 e sez I 19 maggio 2010, n. 12318), ovvero di diritti costituzionalmente inviolabili (Corte Cass. SS.UU. 19 agosto 2009 n. 18356), ha ritenuto che, stante l’acclarata violazione dei diritti del minore disabile costituzionalmente garantiti e protetti, sussistesse, in concreto, il presupposto per il risarcimento del danno non patrimoniale, correlato alla diminuzione delle ore di sostegno alle quali il minore aveva diritto ed alla interruzione della piena continuità di sostegno al recupero ed allo sviluppo del disabile in situazione di gravità, con arresto della dovuta promozione dei suoi bisogni di cura, di istruzione e di partecipazione a fasi di vita “normale” (cfr. da ultimo, in re, TAR Sardegna, 11 novembre 2010, n. 2580), danno equitativamente quantificabile nella complessiva misura di € 3.000.

Il Ministero, infine, è stato condannato al pagamento delle spese di lite.

Statistiche

Visite agli articoli
915367

Chi è online

Abbiamo 24 visitatori e nessun utente online

Notizie flash

ROTTAMAZIONE AER (EX EQUITALIA) termini

Sino al 15 maggio 2018 i contribuenti che non hanno aderito alla rottamazione Equitalia grazie al

Leggi tutto...
Equitalia proroga la rottamazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che proroga al 21 aprile (dal 31 marzo) il termine di adesione alla definizione agevolata (DA1) dei ruoli, cosiddetta "rottamazione delle cartelle".

Equitalia potrà rispondere ai contribuenti, sempre secondo il decreto, non più entro il 31 maggio ma entro il 15 giugno 2017 con importi dovuti in cinque versamenti e/o pagamento in un’unica soluzione.

I termini dei pagamenti restano invariati e quindi il primo  appuntamento rimane fine luglio 2017.

Tutti i termini per aderire alla rottamazione, compresi quelli prorogati, vengono rimandati di un anno per i contribuenti residenti nei Comuni colpiti dal sisma del Centro Italia. 

Modalità di presentazione del rendiconto condominiale dopo la riforma

Con la legge 220/2012 in vigore dal 18 giugno 2013 (c.d. RIFORMA DEL CONDOMINIO) sono state introdotte molte norme a tutela dei condòmini. Questo articolo vuole fare luce su come l’amministratore deve redigere il rendiconto annuale da presentare in assemblea ordinaria. Gli articoli interessati sono il 1129, il 1130, ma, soprattutto, il 1130 bis del Codice Civile. 

Leggi tutto...
La cartella Equitalia mai notificata si può impugnare

Nell’ultimo decennio la giurisprudenza di legittimità non ha ammesso ricorsi se presentati tardivamente, ossia:

Leggi tutto...
TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna) : attenzione agitazione improvvisa

Numerosi Associati stamattina non sono riusciti a recarsi sul posto di lavoro con i mezzi pubblici e sono rimasti invano alle fermate ad attendere i mezzi, non riuscendo nè a contattare nè a collegarsi al sito TPER dove, nella sezione notizie, la società scrive:

 

"BLOCCO DEI SERVIZI DI BUS PER UN'AGITAZIONE IMPROVVISA

Leggi tutto...
Questo sito utilizza i cookie di sessione e analytics di "terze parti" per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.