Facebook: fuga di massa per noia o per tutela della privacy? 5 buone ragioni per andarsene e/o indicazioni utili per semplici utenti e professionisti

Indicazioni utili per semplici utenti e/o professionisti

Approdato in Italia nel 2008 facebook per molti sta diventando invadente e dispersivo. Troppi stimoli superflui, a detta di alcuni studiosi, ecco perché riportiamo testualmente  “Le 5 buone ragioni per andarsene da Facebook”  scritte dal blogger Dan Yorder su Rocket.ly:

  1. l’idea di facebook non è originale: sarebbe stata rubata da Zuckerberg a dei compagni di università
  2. il social network usa gli iscritti per fare ricerche di mercato a costo zero
  3. facebook permette di condividere tutto con tutti. Ma solo a patto di essere iscritti
  4. eliminare davvero il proprio account è difficile
  5. il concetto di privacy è azzerato

Le interfacce del programma cambiano di continuo e bisogna stare attenti alle proprie impostazioni di sicurezza, ormai la concorrenza con nuovi social network è tanta. Si ritorna alle e-mail ed agli sms (nostalgie tecnologiche).

Ma attenzione anche per i professionisti che sovente utilizzano anche applicazioni Iphone, tablet e quant’altro per svolgere la propria professione. Tutti strumenti possono essere utili,  a patto che siano usati con consapevolezza: molti avvocati e professionisti, infatti,  si avvalgono del  c.d. cloud computing, ossia di un sofisticato meccanismo di servizi fruibili tramite internet (es.: dropbox e simili). Si tratta generalmente di data center la cui infrastruttura è di proprietà di un fornitore specializzato nell'erogazione di servizi di elaborazione attraverso applicazioni web. In tal modo fascicoli e i documenti informatici con annessi dati personali saranno memorizzati sui server del gestore del servizio, fuori dal controllo diretto del professionista, unico titolare del trattamento dei dati personali. Il Garante per la Protezione dei Dati Personali è intervenuto elaborando una serie di  indicazioni, reperibili sul sito ufficiale, per il corretto e consapevole trattamento dei dati personali.

Statistiche

Visite agli articoli
915337

Chi è online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

Notizie flash

ROTTAMAZIONE AER (EX EQUITALIA) termini

Sino al 15 maggio 2018 i contribuenti che non hanno aderito alla rottamazione Equitalia grazie al

Leggi tutto...
Equitalia proroga la rottamazione

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che proroga al 21 aprile (dal 31 marzo) il termine di adesione alla definizione agevolata (DA1) dei ruoli, cosiddetta "rottamazione delle cartelle".

Equitalia potrà rispondere ai contribuenti, sempre secondo il decreto, non più entro il 31 maggio ma entro il 15 giugno 2017 con importi dovuti in cinque versamenti e/o pagamento in un’unica soluzione.

I termini dei pagamenti restano invariati e quindi il primo  appuntamento rimane fine luglio 2017.

Tutti i termini per aderire alla rottamazione, compresi quelli prorogati, vengono rimandati di un anno per i contribuenti residenti nei Comuni colpiti dal sisma del Centro Italia. 

Modalità di presentazione del rendiconto condominiale dopo la riforma

Con la legge 220/2012 in vigore dal 18 giugno 2013 (c.d. RIFORMA DEL CONDOMINIO) sono state introdotte molte norme a tutela dei condòmini. Questo articolo vuole fare luce su come l’amministratore deve redigere il rendiconto annuale da presentare in assemblea ordinaria. Gli articoli interessati sono il 1129, il 1130, ma, soprattutto, il 1130 bis del Codice Civile. 

Leggi tutto...
La cartella Equitalia mai notificata si può impugnare

Nell’ultimo decennio la giurisprudenza di legittimità non ha ammesso ricorsi se presentati tardivamente, ossia:

Leggi tutto...
TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna) : attenzione agitazione improvvisa

Numerosi Associati stamattina non sono riusciti a recarsi sul posto di lavoro con i mezzi pubblici e sono rimasti invano alle fermate ad attendere i mezzi, non riuscendo nè a contattare nè a collegarsi al sito TPER dove, nella sezione notizie, la società scrive:

 

"BLOCCO DEI SERVIZI DI BUS PER UN'AGITAZIONE IMPROVVISA

Leggi tutto...
Questo sito utilizza i cookie di sessione e analytics di "terze parti" per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.