Terremoto: come procedere per far ripartire le aziende

Alcuni titolari di aziende emiliane ci chiedono come procedere per riaprire e/o per continuare a lavorare.

Il decreto legge emanato dal Governo prevede

si possa ottenere il certificato di agibilità sismica da un tecnico abilitato. Entro 6 mesi deve essere fatta la verifica di sicurezza. Il certificato viene rilasciato se si fanno questi lavori:

 

collegamento tra travi e pilastri, ancoraggio dei pannelli prefabbricati alla struttura, controventatura delle caffalature con materiali pesanti.

Per la delocalizzazione (temporanea, individuata dai direttori reg. della protezione civile) è necessario ottenere una valutazione di impatto ambientale.

Il documento varato dal consiglio dei ministri, all'art. 12,  ha inoltre predisposto lo stanziamento di 150milioni per le imprese (100 saranno utilizzati per agevolazioni come contributo in conto interessi, 50 per le aziende emiliane). Tempi e modi saranno decisi dalle Regioni (Emilia Romagna, Lombardia e Veneto).

Infine le aziende possono accedere al Fondo di garanzia: per ogni impresa è previsto un contributo massimo di 2,5 milioni di euro in 3 anni.

Questo sito utilizza i cookie di sessione e analytics di "terze parti" per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.